domingo, 8 de mayo de 2011

L'uso di energia nucleare e il terremoto in Giappone


L'uso di energia nucleare e il terremoto in Giappone Questo articolo cerca di ferire i sentimenti o qualcosa sta sfruttando l'occasione dalla sofferenza attuale del popolo giapponese a cercare il pubblico. Solidarietà con il dolore di popolo giapponese è attivo e assoluta.



La catastrofe causata dalla natura, che è vittima di Giappone, ha evidenziato il problema immenso di centrali nucleari, al di là del vantaggio di produrre energia elettrica, sono state segretamente semina bombe a orologeria, che prima o poi la natura si prenderà cura di esplodere. È sparita pure, il mito che l'energia nucleare è una energia alternativa, affidabile e sicuro.



Secondo l'Agenzia internazionale dell'energia atomica, in tutto il mondo ci sono 442 reattori nucleari e 65 in costruzione. Concentrare la maggior parte tra i paesi degli Stati Uniti, Francia, Giappone, Russia e 25. Inventario è inferiore, perché non includono quelli che sono stati costruiti in segreto (come le bombe cosiddetto nucleare, stimato a più di 23 mila, sparsi in tutto il mondo). La verità è che una reazione a catena di alcuni di questi reattori o armi sono sufficienti a porre fine alla vita del pianeta.




Per alcuni scienziati, un dibattito sul futuro dell'energia nucleare nel mondo sviluppato non deve heat incidente Fukushima condizione perché sarebbe la discussione sulla base di emozione per i fatti del Giappone. Dove presumibilmente, l'attuale progettazione dei moderni impianti nucleari, non che anche in situazioni critiche, se un incidente accade, non sarebbe un problema locale, senza tuttavia raggiungere dimensioni globali. E proprio sostengono che queste piante sempre più giustificata, data la mancanza di altre fonti energetiche come il petrolio, carbone o gas.



Tuttavia, il dibattito deve andare oltre alla domanda se utilizzare o meno l'energia nucleare per scopi pacifici. Per molti scienziati e ambientalisti, di emergenza nucleare in Giappone conferma l'opinione che l'intervento umano, la sua visione irrazionale a dominare l'altro, sta accelerando la distruzione della vita sul pianeta. A questo punto, siamo stati in grado di contribuire alle condizioni meteo, creare squilibri, e di generare disastri misura maggiore o minore, che sono nascosti, e anche si travestono da fenomeni "naturali".



Naturalmente, antiplaneta scienziati, che sono sul libro paga del club dei paesi inquinanti stanno affrontando questo approccio. Per loro, ciò che accade è perché deve accadere. Si sta sperimentando il sesto ciclo e il cambiamento climatico è parte di un processo naturale, prima del raffreddamento globale della Terra. L'azione umana è esente da questi cambiamenti. E 'ora che tutti prendano la loro bandiera di battaglia. Per parte mia, fino all'ultimo giorno della mia vita, sarò un altro della causa ambientale.

Da: Lenin Cardozo e José Forgione

No hay comentarios.:

Publicar un comentario