miércoles, 30 de julio de 2014

Venezuela: La Via del Cacao, è la strada verso il cielo



Sono 57 Km tra passo di montagna (foresta pluviale) e tratti di litorale. É il percorso venezuelano di interpretazione più importanti dal punto di vista storico, geografico, botanico, zoologico, che per gli esploratori esperti o alle prime armi ed escursionisti è un privilegio di conoscere. É la strada che unisce due popoli unici, singolari: Turmero e Chuao, e per arrivare lí dobbiamo superare la catena montuosa del Venezuela centrale chiamata Henrry Pittier Park, che copre una superficie di 107.800 ettari, situata nel nord della regione di Aragua, che comprende gran parte della costa di Aragua e la zona montagnosa della regione Carabobo.

Questo percorso è stato per molto tempo, una strada utilizzata dal grande popolo del cacao Chuao (sulla costa di Aragua) per uscire dalla valle dove si trova la principale città della regione, Maracay. Oggi questa via, in alcune delle sue estrade bisogna riscoprirela perche la la foresta cerca di nasconderle per ingannare al turista.

Gli esploratori devono affrontare una topografia irregolare, composta da ripidi pendii e valli strette trasversali nel vertice nord. Tutto questo paesaggio brusco, accidentato appartiene alla catena montagnosa della Cordillera de la Costa, formata da rocce metamorfiche del Mesozoico, risalente al periodo Cretaceo, circa 70 milioni di anni fa. Ci sono anche rocce basiche e acide: i piccoli valli sono paesaggi della recente Quaternario. Questi paesaggi di montagna sono molto dinamici e si verificano frane con una certa regolarità in aree di forte pendenza, in condizioni di pioggia persistente.

Per gli osservatori di uccelli, è trovarsi con uno dei grandi santuari del mondo. Ci sono 520 specie di uccelli, pari a circa il 41,6% del uccello nazionale e il 6,5% delle specie di uccelli del mondo. Inoltre, è il passaggio aereo di molte specie migratorie, sia uccelli e insetti volanti. Altrettanto, è la patria di almeno 22 specie endemiche o limitati, alcune a rischio di estinzione, come il casco Curassow (Pauxi pauxi), topo acquatico endemico (Ichtyomys pittieri), cane da acqua marsupiale (Chironectes minimus), il giaguaro (Panthera onca), il puma (Puma concolor), “cunaguaro” ocelot (passeri Felis), scimmia urlatrice (Alouatta seniculus), tapiro (Tapirus terra), cuchicuchi (POTUS flavus) e la donnola (Eira barbara).

Per gli studiosi della flora, è l’opportunità di osservare “los herbozales” e le praterie costiere, boschi e foreste di latifoglie semi stagionali, boschi nuvolosi costieri. Sulle piste, foresta secca, foresta arbustiva seca, vegetazione di savana e foreste molto umide perennifogli transizionale con l’influenza marina. Nella alta montagna, selva nuvolosa e selva nuvolosa superiore. Umidità relativa molto alto, superiore a 1.000 metri sopra il livello del mare. I suoi abitanti più illustri ci accolgono: il nano “los chaparros” (Curatella americano virgiloides Boudichia), il majaguas (Heliocarpus sp) e palo maria (Triplaris sp) delle foreste di quote più basse. La benna o bambino (Gyranthera caribensis) della foresta nuvolosa come le palme macanilla (Bactris setulosa), canna da mulino (Chamedorea pinnatifrons) prapa (Wettinia praemorsa) e altre dei generi Geonoma, Hyospathe e Socratea. Le aracee, orchidee, bromeliacee e piperaceae evidenziano nel gruppo di piante epifite. Nel sottobosco stanno in primo piano i platanillos con diverse specie di heliconia.

Dopo una discesa aggressiva e inclinata si raggiunge la foresta costiera e da lí fino al paese emblematico di Chuao. Dove secondo la Regina Isabella di Spagna, è il luogo dove si produce il migliore cacao del mondo. Popolo di origine africana, che in quella mescolanza dei fiumi, spiagge, frutti di mare e il ritmo ipnotico dei tamburi, qualcuno pur ha pensato che è arrivato in paradiso.

La Via del Cacao, definitivamente è la strada verso il cielo.

Lenin Cardozo, ambientalista venezuelano | ANCA24 – Hugo E. Méndez U., giornalista ambientalista venezuelano | ANCA24 Italia

No hay comentarios.:

Publicar un comentario