lunes, 6 de abril de 2015

Piccolo Omaggio a San Francesco d'Assisi


Mi accompagna la fortuna di avere fratelli da parte del mio padre e la mia madre. Mi unisce a loro un affetto speciale per il nostro legame comune. È davvero interessante, incrocciare le nostre vita, anche se abbiamo anche una parte del nostro origine diverso tanto culturale come esperienziale. Questo è ciò che mi fa pensare, che questi contrasti sono anche un privilegio e come tale io lo apprezzo.

Nel caso in cui il legame comune è mia madre, il mio affetto è speciale perché è un riflesso del mio amore e la mia  devozione per il corpo che ha reso possibile la mia esistenza. È il grande dono che la natura mi ha dato. Mi devo a mia madre biologica, come così io mi devo a mia madre naturale, la Terra.

Altrettanto capisco che ho altri fratelli, quelli che sono venuti da mia madre naturale, che è questo altro essere straordinario che nel suo rifugio, riparo sono state create le condizioni per la nascita e lo sviluppo di altre vite. Sono loro i miei fratelli naturali. Francesco d’Assisi, nel suo libro Il fiorello, ci parla del mio fratello Lupo, fratelli pesci, fratello albero.

Alla bontà dei miei fratelli naturtali gli devo il  prolungamento della mia vita. Inoltre, molti di questi fratelli con il loro sacrificio, mi hanno permesso di continuare.

Pensare a cosa significa essere un figlio della Madre Terra, nei miei fratelli naturali, mi ha fatto essere un ambientalista, che difende con tenacia il diritto che hanno tutte le sorelle specie al dono della vita. E mi ha costretto a rivelare contro l'arroganza umana, di decidere chi vive e chi muore.  Di continuare accettando, nascosto nell'indifferenza più terribile, quel  "paradigma legge", dove è giustificato che Caino uccide ("per motivi di sopravvivenza") al fratello naturale Abele.

Grazie fratello albero per i tuoi manghi, avocadi, guaiave, sapote, lechosas.

Grazie sorella gallina per le uova, grazie sorella mucca per il tuo latte, per vivere io  non condivido la tua morte, ma la tua vita, la tua compagnia, la tua bella presenza.

Ogni volta siamo sempre di più quelli che amiamo, che difendiamo, che siamo disposti ad andare a qualsiasi lotta per salvare,  la loro vita in comune.

"Sono,
perchè sei,
Terra "

Lubio Cardozo, ecopoeta venezuelano | ANCA24 – Hugo E. Méndez U., giornalista ambientalista venezuelano | ANCA24 Italia


No hay comentarios.:

Publicar un comentario