lunes, 19 de enero de 2015

Inaugurato il primo Parco Ecoturistico del 2015: "Médanos di Mara"



Al fine di continuare a fornire il Zulia con nuovi spazi per la ricreazione e il tempo libero, Francisco Arias Cárdenas, Governatore, e il Sindaco Luis Caldera, hanno inaugurato il Parco Ecoturistico "Médanos –dune– di Mara", che si trova a San Rafael del Moján. Questa nuova destinazione ecoturistica è il primo ad essere inuagurato nel 2015 e rappresenta il numero 16 che il Governatore di Zulia ha consolidato nella regione, in sinergia con il Ministero per il Poter Popolare Ecosocialismo, Habitat e la Casa.

Il leader zuliano è stato accompagnato da un centinaio di ciclisti, che che hanno tirato  poco più di 35 km di distanza da Zodi 111 (ex CORE  3), a Maracaibo, fino al ecoparco nel comune Mara, per procedere alla sua inaugurazione.

Durante l'attività il Governatore Arias Cárdenas ha sottolineato le innumerevoli bellezze del comune Mara e soprattutto quelle dei Médanos. "Questa è una meraviglia della natura", ha detto, pur rilevando l'importanza di proteggere e preservare questi spazi". Mara ha un sacco di potenziale e di uno straordinario paesaggio umano e geografico.

Il sindaco Luis Caldera ha apprezzato gli sforzi compiuti dal Governo Regionale per la conformazione del Parco Ecoturistico. "Stiamo salvando per la gente di Mara e per il Zulia le dune, che sono patrimonio ambientale della nostra città." Egli ha osservato che per lungo tempo da questo posto è stato estratto sabbia per l'industria del vetro e la gente senza scrupoli che  utilizza come riempitivo. Chiamò al popolo organizzato per diventare i difesnsori  di questa riserva naturale.

I Médanos di Mara che copre una superficie di 138 ettari di sabbia dorata e fine, che possono essere apprezzato, godute attraverso il percorso del sentiero di interpretazione, ma anche scivolando in discesa o correndo liberamente tra le dune. Il vento procedente da est è costante e mobilizza i medanales dandolì forme sorprendenti, e che può raggiungere oltre i 30 metri.

I visitatori avranno l’accompagnamento di ecoguide che offriranno informazioni sulla flora e la fauna del deserto di cui vi è un interessante campione in questo Spazio per la Vita e la Pace: sessanta specie di piante, tra le quali ci sono i cactus, cujíes e cocco; inoltre è possibile apprezzare i diversi tipi di rettili e uccelli costieri.

Il Segretario per l'Ambiente, Lenin Cardozo ha detto che "la decisione di incorporare I Médanos di Mara al sistema degli Ecoparchi di Zulia nasce dalla necessità di tutelare un campione del paesaggio desertico, tenendo conto delle influenze e gli effetti che uno sviluppo regionale accelerato avrebbe avuto sull'integrità di una zona naturale cosí straordinaria come le dune o médanos”.

Il titolare dell'Ambiente ha anche dichiarato che questa area protetta rappresenta un’aula aperta per la quale si prevede di accogliere gli studenti dal comune per conoscere i movimenti di queste sabbie, la sua flora e la fauna. Egli ha ricordato che il comune di Mara dispone di tre spazi naturali straordinari, ecoparchi El Guacuco, Le Scogliere Cacique Nigale e d'ora in poi, I Médanos di Mara. 

Lenin Cardozo, ambientalista venezuelano | ANCA24 – Fanny Reyes – giornalista ambientalista venezuelana | Hugo E. Méndez U., giornalista ambientalista venezuelano | ANCA24 Italia 

No hay comentarios.:

Publicar un comentario